Cybersicurezza in Italia: nasce l’Agenzia Nazionale

Con un Decreto Legge, a giugno è stata ufficialmente istituita l’Agenzia Nazionale per la Cybersicurezza, che avrà il compito di proteggere i servizi dello Stato contro gli attacchi informatici.

L’Agenzia arriva in ritardo rispetto ad altri Paesi, come la Francia e la Germania, che hanno all’attivo da diversi anni una struttura consolidata che lavora per difendere i due Stati dalle minacce cibernetiche. In Francia, l’ANSSI (Agence Nationale de la Sécurité des Systèmes d’Information) è stata fondata nel 2009, mentre in Germania il BSI (Bundesamt für Sicherheit in der Informationstechnik), ovvero l’Ufficio Federale per la Sicurezza Informatica, esiste addirittura dal 1991. Alla luce delle esperienze francese e tedesca, la creazione dell’Agenzia nazionale per la cybersicurezza, seppur in ritardo, è indubbiamente da accogliere con favore: l’Italia si è, inoltre, così adeguata al recente Regolamento sulla cybersicurezza dell’Ue.

L’Agenzia opererà sotto la responsabilità del Presidente del Consiglio e dell’Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica (ADSR) e in stretto raccordo con il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica (SISR). Il decreto istituisce, inoltre, il Comitato interministeriale per la cybersicurezza (CIC).

Agenzia Nazionale per la Cybersicurezza, compiti e funzioni

Il Decreto Legge n.82 14 giugno 2021 contiene ed illustra le disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, la definizione dell’architettura nazionale di cybersicurezza e l’istituzione dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale.

L’Agenzia Nazionale per la Cybersicurezza avrà diversi compiti e funzioni, tra i quali:

  • lo sviluppo delle capacità nazionali di prevenzione, monitoraggio e rilevamento per fronteggiare gli incidenti di sicurezza informatica e gli attacchi informatici, anche attraverso il Computer Security Incident Response Team (CSIRT) italiano;
  • il contributo all’innalzamento della sicurezza dei sistemi ICT dei soggetti inclusi nel perimetro di sicurezza nazionale cibernetica, delle PA, degli OSE (Operatori Servizi Essenziali) e dei fornitori di servizi digitali (FSD);
  • il supporto nello sviluppo di competenze tecnologiche, scientifiche ed industriali, per promuovere progetti per l’innovazione e lo sviluppo e stimolando la crescita di una forza lavoro solida nel campo della cybersicurezza;
  • la partecipazione ad esercitazioni nazionali ed internazionali riguardanti la simulazione di eventi di natura cibernetica;
  • l’esercizio delle funzioni di autorità nazionale in materia di cybersicurezza, a tutela degli interessi nazionali e della resilienza dei servizi e delle funzioni dello Stato da minacce cibernetiche.

Omitech, il tuo partner per la cybersicurezza aziendale

Noi di Omitech mettiamo al centro la sicurezza, e la cybersicurezza, da sempre. Abbiamo infatti creato STC, Sicurezza Totale a Canone: la soluzione utilizza strumenti di sicurezza dinamici, in continua evoluzione e aggiornamento, che rispondono attivamente alle costanti variazioni delle minacce. Il monitoraggio, la protezione e l’interazione con i flussi di rete perimetrali è possibile tramite un apparato, installato nella rete da proteggere, collegato alla console Cloud gestita.
Scopri di più sul nostro servizio di STC oppure contattaci per una consulenza personalizzata.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Potrebbe anche piacerti